Vi invitiamo a partecipare agli eventi promossi dal circolo

Arci Brecht tra cui la rassegna teatrale "Fermata Teatro"

e il corso di teatro per principianti o avanzati

a cura dell'Associazione culturale B 612

 

per info:

 

scrivi alla mail teatro.lampadiere@gmail.com

oppure telefona allo 051705314

di mattina dalle 10 alle 12 nei giorni di lunedì, martedì, giovedì

di pomeriggio dalle 17 alle 19 nei giorni di lunedì, mercoledì, venerdì

Bando per la rassegna teatrale di febbraio 2017

 

La rassegna si terrà presso il Teatro del Lampadiere, via Bentini 20, Bologna. Nel mese di febbraio 2017 andrà in scena uno spettacolo ogni weekend; gli artisti possono indicare la preferenza in merito a quale weekend scegliere e quale giorno scegliere tra venerdì o sabato.    

L’ingresso  agli spettacoli per il pubblico sarà a pagamento con biglietto a 5 euro per soci Arci (tessera Arci a 10 euro). 

La ricompensa per gli artisti sarà l’incasso degli spettacoli, detratte le spese di gestione del teatro e di pubblicità (cioè una quota fissa di 40 euro) e le spese SIAE.

Per candidarsi inviare una mail a teatro.lampadiere@gmail.com  entro e non oltre le ore 23:59 del 15 gennaio 2017 indicando le seguenti informazioni: 

se lo spettacolo è tutelato dalla SIAE; 

se gli artisti sono iscritti alla gestione pensionistica inps per lo spettacolo PALS e il relativo numero di matricola; se gli artisti dispongono di un proprio tecnico di regia per luci e audio; 

allegando una scheda tecnica dello spettacolo contenente i nominativi degli artisti e di eventuali associazioni coinvolte, la descrizione dello spettacolo, la durata dello spettacolo, gli oggetti necessari alla messa in scena, il materiale non in dotazione degli artisti che dovrebbe essere fornito dal Circolo;

allegando la  locandina dello spettacolo in formato jpg o pdf A4 con almeno 150 gradi di risoluzione; 

possibilmente una o più foto dello spettacolo; 

la preferenza in merito alla data dello spettacolo; 

i recapiti mail e telefono; 

eventuale link al sito web e pagina facebook.

 

 

 

Esistenze "resistenti" di donne che hanno detto no ad una società sbagliata:

 

l’antimafia di Lea Garofalo, l’antifascismo di una donna ebrea, la lotta per l’emancipazione di una donna napoletana e di una donna pakistana uccisa per avere scelto l'amore.

Individui pericolosi questi del Brecht

 

Conta solo chi è vivo ma non lo dice
chi comincia, incoerente, un miracolo
e poi lo offre, senza nome, svestito, penetrato.

Milo De Angelis (Milano, 6 giugno 1951)

 

 

Solo pochi giorni sono trascorsi dal nostro debutto con “Il Volto”,

lo scorso 22 maggio, presso il Circolo ArciBrecht di Bologna.

 La loro accoglienza ha lasciato una traccia profonda nell’animo mio, e con certezza, posso dire, in quello di tutti gli attori del

Teatro del Mare. La silenziosa presenza di Vito, le premure di Orianna, l’ostinata passione per il teatro di Maria e i racconti di Franco, fuori da affettati convenevoli, hanno acquistato, nel ritorno a Taranto, la loro vera identità. Disegnando un’immagine precisa del mondo attraverso la pratica della solidarietà e della condivisione.  E che orrore queste parole, quando si sgonfiano nell’indefinito o quando se ne abusa per colmare vuoti di coscienza e di coraggio.

 

Individui pericolosi questi del Brecht: un manipolo di eroi che si è dato il compito di rendere migliore il futuro di tutti noi, anche di quelli che remano contro, che pisciano fuori dal vaso e che sono diventati tanti. Non credo si tratti di semplice militanza politica, credo piuttosto, di un modo di vivere e di agire con un senso di responsabilità personale e collettiva.

 

La sede del circolo è spoglia, essenziale, diciamo che non c’è posto per chi vuol salvarsi la pelle a danno dell’altro.

E nel seminterrato, il Teatro del Lampadiere dove, insieme, strenuamente, ci siamo riconosciuti nello stesso sacrosanto diritto

a pensare diversamente. Sì, l’ho portata con me quell’attenzione gratuita, come un abbraccio, come un atto dovuto.

E man mano che i giorni passano, e i ricordi si fanno più labili, mi resta il suono di alcune parole non pronunciate e neppure sussurrate: Non mollare non mollare non mollare…

 

Grazie

MariaElena

 

  

Il corso di teatro organizzato dall'Associazione Culturale B 612 nel Teatro del Lampadiere si terrà dall'11 maggio all'11 luglio, con saggio finale!

Lo spettacolo teatrale Barbalonia della Compagnia "Nove Noni" andrà in scena al Teatro del Lampadiere l'11 giugno alle 20:30

ed è frutto di un laboratorio teatrale presso il Rifugio Notturno della Solidarietà, in via del Gomito, 10, Bologna. 

 

TRAMA.

Un uomo (Angelo) crede nell'esistenza di un luogo chiamato Barbalonia. Non ha mezzi a disposizione per raggiungerla. Chiede a un amico (Rollo) di accompagnarlo, in cambio lo aiuterà a trovare lavoro... Rollo trova lavoro in un pastificio che in realtà altro non è che il laboratorio di uno scienziato che fa esperimenti sui viaggi nel tempo. Per un disguido, Angelo tocca una leva che li catapulta prima in Egitto, dove incontreranno Cleopatra, poi a Parigi quindi a Itaca con Penelope e dopo un breve passaggio nel futuro arrivano a Barbalonia, dove finalmente Angelo può realizzare il suo sogno: cantare una canzone.

 

Martedì 2 GIUGNO ore 21

  

Spettacolo comicosatirico

  

"O SEI OCCUPATO O SEI DISOCCUPATO"

 

al TEATRO DEL LAMPADIERE

"In una società evoluta ogni essere umano dovrebbe svolgere un lavoro conforme alle proprie attitudini, che lo appassioni e lo faccia sentire realizzato, e tutti i lavori alienanti dovrebbero essere svolti da robot. Si può costruire una società del genere? Noi crediamo di sì, ma ci vogliono i Progettisti Giusti.
Il lavoro come fine, e non come mezzo, è la causa di tante patologie della cosiddetta civiltà: sfruttamento dell’uomo sull’uomo, alienazione, depressione, sperequazioni economiche, abbrutimento degli oppressi e degli oppressori.In questa rappresentazione l’autore-interprete ha l’intento di disvelare il grande inganno dell’Ideologia del lavoro inteso come fatica e non come espressione del proprio talento al servizio dell’Umanità. Tale Ideologia è sostenuta dai poteri di condizionamento di massa: politici, economisti e media a loro asserviti. L’intento artistico è perseguito con l’utilizzo del registro comico-satirico, attraverso cui un solo narratore inscena tanti personaggi che danno vita ad una drammaturgia intessuta di canzoni satiriche. Il finale è una proposta per progettare una società che abbia al centro la Persona e non il lavoratore o il consumatore."

Spettacolo teatrale "IL VOLTO"

 

al Teatro del Lampadiere

  

Venerdì 22 maggio alle 21.00 

 

Con buffet finale

  


Attraverso i testi di Renzo Casali, Fëdor Dostoevskij, Friederich Nietzsche, gli attori rappresentano il disagio di un’intera società che chiusa nell’indifferenza, non vede, non ascolta, non ama.

 

"Volti quali luoghi da visitare con sacro furore.

Un manipolo di eroi all’assalto della realtà che li vuole vivi

a patto di non esserci. Un viaggio senza fine alla ricerca di qualcosa di autentico in cui perdersi."

 

 


Lo spettacolo teatrale "IL VOLTO" è il frutto di un laboratorio teatrale condotto da MariaElena Leone con la compagnia Teatro del Mare composta dagli utenti attori del centro diurno “M. D’Enghien” di Taranto. 

con Angelo Miccoli, Cinzia Loglisci, Elisa Felicetti, Carlo Felicetti, Rodolfo Esposito, Luca De Giorgio, Elvira Cerino, Vincenzo Aversa, Massimiliano Albano

ideazione e regia MariaElena Leone.

Ringraziamo la Compagnia "Teatro Del Mare" per

"IL VOLTO" spettacolo bellissimo e commovente!

Per celebrare la Resistenza vi invitiamo

allo spettacolo "Voci dall’Abisso"


ispirato al libro di Jack London

"Il Popolo degli Abissi"

Sabato 25 aprile ore 21 Teatro del Lampadiere 

MERCOLEDÌ 15 APRILE 2015 – ore 21.00 - Sala Candilejas

 

L'ISOLA IN-CANTATA RELOAD Concerto spettacolo

 

di Gruppo Elettrogeno

 

 

"E noi tutti ritroviamo noi stessi quando nessuno era ormai più se stesso. Tutto in un unico viaggio."

 

Le parole di Gonzalo ne La Tempesta di Shakespeare, da cui è liberamente ispirato il concerto spettacolo l’Isola in-cantata Reload, esprimono meglio di qualsiasi altra dichiarazione il principio ispiratore dell’evento in programma per questa serata.

L’Isola in-cantata Reload nasce nell’ambito del progetto I Fiori Blu seconda edizione realizzato nel corso del 2014, un percorso di formazione musicale e teatrale rivolto a cittadini che dallo stato di detenzione o dalla libertà accedono alle Misure Alternative alla Detenzione, a operatori di vari enti/servizi e a volontari di associazioni che collaborano nelle varie fasi dell’Esecuzione Penale esterna ed interna.

 

Il Teatro del Lampadiere si trova nel piano interrato del Circolo..

 

E' dedicato a spettacoli teatrali,

corsi di teatro e dizione,

incontri di approfondimento.

Curiosità: il Teatro del Lampadiere prende il nome

dalla citazione di un Presidente Arci, Tom Benetollo:

 

«In questa notte scura, qualcuno di noi, nel suo piccolo, è come quei “lampadieri” che, camminando innanzi, tengono la pertica rivolta all’indietro, appoggiata sulla spalla, con il lume in cima. 

Così, il “lampadiere” vede poco davanti a sé, ma consente ai viaggiatori di camminare più sicuri. Qualcuno ci prova.

Non per eroismo o narcisismo, ma per sentirsi dalla parte buona della vita.

Per quello che si è. Credi. Tom»

La Sala Candilejas si trova

al 2° piano del Circolo Arci Brecht, in via Bentini, 20.

 

E' una sala molto ampia dotata di un palco dove si svolgono spettacoli teatrali, proiezioni di film e incontri culturali di ogni tipo.

Vi invitiamo a partecipare!

alla 

NEWSLETTER

 

Ti aggiorneremo

sulle

nostre attività!

oppure CANCELLATI

Sostenici con la dichiarazione dei redditi

 

Dona il 5 x 1000 al Circolo Arci Brecht

 

indicando il nostro codice fiscale:

91312380370

5 x 1000
Scarica il promemoria.
5 x 1000.docx
Documento Microsoft Word 31.7 KB

 

STATUTO ARCI BRECHT 2009.pdf
Documento Adobe Acrobat 179.3 KB
Brecht sul territorio con passione
Brecht sul territorio con passione

Cerca nel sito...